fbpx Biscontini Yacht Design |BENETEAU

Quando ho cominciato facevamo tutto a mano, anche ora inizio sempre i miei progetti con la matita per lo stile della carena, ed inseguito lavoro con il mio team su software .

Roberto, mi disegni una barca…

Stabilitosi a Milano, ha studiato allo Southampton College yacht & boat design, Roberto Biscontini sfoggia un curriculum vitae che la dice lunga sulle sue conoscenze in architettura nautica e in performance delle barche. 20 anni a lavorare alla Coppa America per equipaggi italiani e neo-zelandesi, non è poco! Colui che ha disegnato la carena più veloce del mondo è anche un navigatore di esperienza. “Da adolescente ero ossessionato dalla vela, regatavo quasi tutti i giorni sul mar Adriatico” spiega Roberto il quale, nonostante il lavoro su software estremamente performanti, inizia sempre i suoi progetti con uno schizzo fatto a mano…

Adoro mettere il naso nel design. Faccio molto da solo. Quando ho cominciato facevamo tutto a mano, anche ora inizio sempre i miei progetti con la matita per lo stile della carena, ed inseguito lavoro con il mio team su software di ultima generazione per l’architettura nautica.

 

Il giovane ragazzo appassionato di barche è poi diventato un famoso architetto che riconosce aver avuto la passione per la performance fin da giovane. Ed ecco che si mette a disegnare una barca a vela di 7,5 m che finirà per costruire lui stesso e con la quale vincerà anche alcune regate…

Ero uno di quei giovani che voleva navigare in continuazione. A 16 anni, navigavo su una vecchia unità a chiglia fissa di 10 metri che procedeva pianissimo nonostante fossimo un buon equipaggio. Penso che sia stato a quel momento che sono voluto diventare architetto nautico. Ero frustrato !!

Sulla Coppa dal 1988

20 anni di Coppa America per molti equipaggi, viaggi nel mondo, incontri, Roberto si costruisce un’esperienza e confessa di aver imparato molto sulle carene più performanti da Il Moro di Venezia fino al catamaran Team New Zealand durante l’edizione 2013.

Ho inseguito deciso di smettere per concentrarmi su barche a vela di tipo regata-crociera, avevo voglia di altre sfide.” spiega Roberto. “Ad esempio, lavorare con BENETEAU fu una vera e propria sfida. Il prezzo della barca è un vincolo e ogni pezzo deve essere industrializzato. Il mio lavoro consiste nel decidere quali elementi non sono importanti, senza mai sacrificare la performance.

Innamorato delle sfide in mare come in terra, la testa nelle carene e gli occhi sull’acqua, Roberto Biscontini è un architetto estremamente talentuoso che ha saputo evolvere con il suo tempo e apportare la sua esperienza affinché la vela resti un piacere… per tutti.

 

Il First Yacht 53

Gli altri modelli
Gli altri modelli
Gli altri modelli

Progetti

  

First Yacht 53

First Yacht 53

Erede di più di 40 anni d’esperienza della gamma First lanciata da BENETEAU nel 1977, il First Yacht 53 punta alla crociera competitiva. Questa unità “Luxury Performance” è stata creata per armatori esigenti ed attenti conoscitori della vela. Carena performante ed equilibrio al timone per emozioni uniche. Piano di coperta pulito, interni marini e moderni, impreziositi da modanature in legno lamellare, sullo sfondo laccato bianco delle paratie: con il First Yacht 53, la nuova generazione First è già in marcia!

Oceanis Yacht 54

Oceanis Yacht 54

Un magnifico scafo lungo più di 17 metri, disegnato dalla coppia di architetti Roberto Biscontini e Lorenzo Argento, dove regna il comfort assoluto, la fluidità nei movimenti a bordo e nelle manovre a vela, senza dimenticare le accurate finiture alto di gamma. L'Oceanis Yacht 54 apre la strada ad una nuova generazione di imbarcazioni da crociera con pozzetto ottimizzato dotato di ausili alla navigazione, noti come Easy Sailing. Con il suo design e la sua abitabilità, questa nuova barca a vela facilmente manovrabile con equipaggio ridotto, esprime tutto il DNA Oceanis ma ci aggiunge un'attenzione ai dettagli e alla scelta dei materiali che ne fa un vero yacht da crociera.