Berret-Racoupeau Yacht Design

Progettare una barca è un’arte, un sottile connubio di creazione e di conoscenza, di audacia e di rigore.

UNA QUESTIONE DI EQUILIBRIO

Nato nel 1983, il team formato da Jean Berret e Olivier Racoupeau si associa 10 anni più tardi per fondare il Berret-Racoupeau Yacht Design. Ai piedi delle torri de La Rochelle, il loro studio di architettura e di design navale cresce rapidamente e oggi navigano più di 15 000 barche firmate BRYD. Guidati in ogni progetto da uno sguardo molto personale sulle forme e l’estetica, il team BRYD ha scelto l’equilibrio come parola chiave per i propri progetti: equilibrio nella stabilità, equilibrio nelle linee, equilibrio nei costi.

La progettazione di una barca è un processo complesso dove si mescolano scienze, esperienza, creatività e senso artistico. La maggior parte del lavoro degli architetti nautici, designer ed ingegneri di BRYD usufruisce del connubio tra una grande competenza coniugata a grandi intuizioni. I lavori di ricerca permettono di confermare la correttezza delle intuizioni e di svilupparle, tramite una conoscenza perfetta della fisica della barca.  La missione dell’architetto navale si articolerà attorno al rispetto di tre assi fondamentali che governano la concezione delle barche a vela. Prestazioni e rispetto degli equilibri, armonia generale ed ergonomia e struttura e resistenza alle sollecitazioni meccaniche. Ma la filosofia di BRYD rimane sempre quella di progettare una barca che superi le aspettative del cliente.

PROGETTI DI IERI E DI OGGI

Nel 1978, Jean Berret firma con il First 35 il suo primo Beneteau, poi sarà la volta del First 32. Seguiranno numerosi Oceanis e la creazione della gamma Sense. Uniti con il marchio da un forte legame storico, BRYD ha ugualmente disegnato per il gruppo numerosi progetti di yacht custom CNB. 

Olivier Racoupeau : Dal primo First 35, abbiamo sempre sviluppato progetti con Beneteau. Da quasi 40 anni non abbiamo mai smesso di lavorare insieme a stretta collaborazione con i team. Per alcuni progetti, alcuni nostri team vanno nel centro studi durante la settimana di finalizzazione del progetto. E’ l’unico cliente con cui lavoriamo in questo modo e il rapporto tra i team è ottimo. Il nostro ultimo progetto per Beneteau, l’Oceanis Yacht 62, è una bella sfida che porta questa gamma storica nell’universo dei grandi yacht: un mondo che conosciamo bene…

SENSE

Olivier Racoupeau : Un progetto che ci è stato particolarmente a cuore è stato il progetto “Evoe” per CNB. Era un concetto di barca a vela custom di 180 piedi, estremamente innovativo, soprattutto per il suo piano di coperta. Questa barca non è stata costruita ma è all’origine del progetto Sense per Beneteau. Adattare un progetto così innovativo per un cantiere è un processo appassionante. Beneteau desiderava una barca a vela dall’architettura che non esisteva da nessuna altra parte: un monoscafo completamente aperto sul mare. La sfida era difficile. Ma rimane indiscutibilmente, a mio avviso, uno dei miei progetti preferiti! E’ per me oggi è divertente e soddisfacente allo stesso tempo, vedere che Hervé Gastinel, dirigente del gruppo, è armatore di una di queste barche. Ho anche assistito al Beneteau Yacht Rendez-vous a Formentera: straordinario! E’ splendido vedere clienti contenti della loro barca! 

 

 
 
 
 

Concezione