Sarrazin Design

Osare linee innovative, senza stancare l’occhio.

UN GIOCO DI LUCI E OMBRE

Da ormai più di 30 anni in Vandea, vicino alla sede Beneteau, lo studio Sarrazin Design partecipa alla riuscita estetica e funzionale di migliaia di prodotti in svariati ambiti come l’automobile, i trasporti, le strutture per toilette pubbliche, alcuni prodotti specifici… ed evidentemente, la nautica.

Patrice Sarrazin : Lavoriamo i prodotti, le materie con la luce e l’ombra. Penso che sia indispensabile stare all’ascolto e mi piace molto andare ai saloni, e tendere l’orecchio! Per fare questo lavoro, bisogna essere un sognatore, rinnovare lo sguardo. A volte, sono anche un po’ idealista! Ma il design industriale consiste prima di tutto nel rispetto degli altri. Osservare, ascoltare, comprendere i bisogni necessita di un’attenzione permanente. Qualunque sia il prodotto, deve vivere di luce, di materia, di bellezza, di affidabilità. E deve essere sempre piacevole allo sguardo. A causa della curiosità e della passione, l’immaginazione creativa diventa a volte delirante …. Per prendere forma e diventare realtà le idee attraversano numerosi filtri, come quello dei vincoli da rispettare, che le migliorano e le permettono di venire alla luce.Lavoriamo tutto ciò che si trova sopra la linea di galleggiamento. Su una barca, ogni pezzo possiede una grande accuratezza tecnica e lo standard produttivo è molto severo. Questo non deve comunque distogliere la nostra attenzione dalla nostra missione che rimane prima di tutto quella di “fare dello stile”. Vengono da noi prima per cercare un’idea, un’ispirazione, un estro.   Solo inseguito si lavora alla definizione in CAO e dobbiamo a quel punto tener conto di tutto ciò che non vediamo, come ad esempio i numerosi elementi, accessori tecnici che troviamo all’interno di una barca, i volumi del motore, etc …. Infine, ci attardiamo su dettagli principali. Ma nel design, non ci devono essere dettagli insignificanti: apportano al progetto coerenza e fanno sì che sia percepito come completo. Scelta dei materiali, dei tessuti, dei rivestimenti. Ma anche tipologia di cuciture, colore del filo, fino al piccolo bordo che sottolinea la linea della tenda…

 
 
 

PROGETTI FIRMATI SARRAZIN DESIGN

La prima collaborazione con BENETEAU risale al 2000. Si trattava di creare su uno stesso scafo, due unità diverse: l’Antares 12 (che con una evoluzione di stile diventerà l’Antares 42) è destinato alla crociera, più sportivo, il Flyer 12 era maggiormente una barca di stile. Gli stretti rapporti che si sono instaurati con il centro studi motore Beneteau hanno poi condotto lo studio, diretto da Patrice Sarrazin, a firmare il design di tutti gli Antares (entrobordo e fuoribordo) e di tutta la gamma Barracuda.

Patrice Sarrazin : Bella sfida quella della creazione della gamma Barracuda di cui abbiamo appena concluso l’ultimo modello. Mi ricordo la riunione con Beneteau nel corso della quale abbiamo trovato il nome di questa nuova gamma. “Barracuda”: un pesce cattivo, potente e nobile. La barca conquisterà, ostinata e potente.  Momenti di questo tipo sono importanti nel processo di creazione.

Concezione